post

L’Ungheria – una singolare meta per gli ammiratori di impianti balneari

Stile architettonico impressionante, arte locale vitale, centri geotermali e la capitale più eccitante d’Europa dopo il tramonto sono le essenziali carte valide dell’Ungheria.

L’apparto scenico di questo paese è più gracile che singolare. Ma non puoi dire la stessa cosa sull’ambiente costruito attraverso la terra.
vacanza

Autor: Sonia Belviso
Źródło: http://www.flickr.com

Architettonicamente l’Ungheria è un vero capitale, con rovine romane e case medievali, chiese barocche, edifici pubblici neoclassici, impianti balneari e istituti in stile liberty. E non stiamo parlando solamente della sua citta principale, Budapest. Cammina per Szeged o Kecskemét, Debrecen o Sopron e vedrai un gioiello stilistico quasi ogni due passi. Realmente, alcune persone si fanno in quattro per dare un altro sguardo ai loro preferiti, come il Palazzo Reök a Szeged o la Moschea di Pécs. Soprattutto per questo Ungheria è la destinazione per vacanza – continua a leggere – sempre più nota.
Gli ungheresi hanno “preso le acque” Offerte da circa 300 fonti termali in quanto le toghe tempi antichi erano di gran moda e Aquincum era un notevole centro. Lo fanno anche oggigiorno – per fini terapeutici, medicinali e ricreativi – ma i luoghi sono cambiati un poco. Oggi si va ad autentici impianti balneari che sono datati all’occupazione turca e gli edifici in stile liberty fino ai tubercolosari clinici usciti da un romanzo di Thomas Mann.

Costantemente di più, vedrete limpide acque clorurate in piscine di forma organica che si gonfiano, schizzano e spruzzano a tempi e temperature differenti, accanto a studi benessere che propongono una miriade di trattamenti.